Civiltà dell'Amore logo
Lettera dal Vaticano

PONTIFICIUM CONSILIUM COR UNUM

Il Comitato di Collegamento di Cattolici per una Civiltà dell’Amore (CCC) ha portato all’attenzione del Pontificio Consiglio COR UNUM, principale strumento della Carità del Sommo Pontefice, il programma Micro Imprese dall’Italia al Sud del Mondo da esso promosso in collaborazione con il Centro TERNI Research e supportato da Piccole Medie Imprese e Artigiani Italiani e da realizzare con il significativo apporto dei Missionari nei Paesi in Via di Sviluppo (PVS).
Questo ambizioso Programma ben si colloca all’interno dell’odierno Convegno convocato dalla Terni Enterprise for Research and New Industries” sul tema “Immaginare il futuro per costruire le nuove frontiere dello sviluppo”.
Non sfuggono ad alcuno la grande importanza ed il notevole merito che la Piccola e Media Impresa e l’Artigianato italiani hanno acquisito e tuttora mantengono, sia pure non senza patenti difficoltà di diverso genere, nel processo di sviluppo.
Oggi, a fronte della deificazione assoluta del mercato, risultano sempre più evidenti e, non di rado macroscopiche, le divaricazioni di opportunità di crescita e di sviluppo dei popoli arrivando ad aprire con maggiore gravità la forbice tra i paesi ricchi ed i paesi poveri.
Il trasferimento di intere industrie dal Nord al Sud del Mondo, in luogo di favorire la crescita dei PVS, rischia di perseguire l’arricchimento dei ricchi a scapito dei poveri se non si tiene conto e non si rispetta totalmente la dignità della persona umana negli stessi PVS; ma non vogliamo attardarci in disquisizioni economiche e finanziarie, che competono ad altri. Per tutto ciò ha grande rilevanza questo vostro Programma, che, insieme con l’affermarsi di un mercato autenticamente equo e solidale e con l’apporto del micro-credito, potrà offrire reciproco arricchimento a tutti i suoi attori.
Pertanto, mentre vi incoraggiamo in questa stimolante impresa, desideriamo sottoporre alla vostra considerazione alcuni punti essenziali per il suo positivo esito:
- il rispetto della dignità umana delle persone e delle comunità;
- il rispetto delle priorità locali, che devono essere stabilite dai beneficiati;
- la promozione dell’auto-sviluppo delle comunità interessate, che devono giocare un ruolo attivo nella realizzazione del progetto;
- l’aiuto alla commercializzazione dei beni prodotti dai PVS;
- l’educazione e la formazione al Bene Comune.

A ciò risulterà utile quel portale informatico che si sta per attivare a sostegno del vostro comune impegno, che, con la coordinazione del Comitato di Collegamento di Cattolici per una Civiltà dell’Amore, ha già conseguito, attraverso l’iniziativa dei micro-progetti, positivi e significativi risultati in varie parti del mondo, così come è avvenuto recentemente, p.e., in Abidjan (Costa d’Avorio).
Se percorrerete questo vostro cammino alla luce degli insegnamenti evangelici e, cioè, dell’Amore di Dio e del Prossimo, che il Cristo ci ha lasciato come comandamento e testamento, potrete anche voi essere artefici di pace. Alla Pace il Comitato ha voluto dedicare una specifica Campagna “Trasformazione delle armi in progetti di sviluppo nel Sud del Mondo”, che, partita dalla magnifica città del Serafico, ha suscitato vasta eco, convinte adesioni e concreto impegno anche da parte dell’Onorevole Sindaco della Città di Terni, che qui salutiamo con viva cordialità. Consentiteci di esprimere un caloroso e deferente saluto all’ Ecc.mo Mons. Vincenzo Paglia, Vescovo di Terni – Amelia - Narni, che per tanti anni si è adoperato e continua a profondere energie a sostegno di nobili cause come questa vostra.
E’ ricco di significato il fatto che questo processo prenda le sue mosse dall’Umbria, Terra di grandi Santi, ai quali volentieri affidiamo la vostra impresa.
Nel porgerVi il beneaugurante saluto ed il sostegno delle nostre preghiere.

Monsignor Karel Kasteell
Segretario